Venerdì 06 Dicembre 2019

Il Pollini in trionfo sull’Etna. Il cocktail alla birra strega i palati dei buongustai

Vittoria per i ragazzi dell’istituto “Ciro Pollini” di Mortara, in trasferta a Giarre, in provincia di Catania, per partecipare alla quindicesima edizione del concorso intitolato “National Etna Cocktail Competition 2018” ed organizzato dall’istituto “Giovanni Falcone” di Giarre, dal 19 al 22 maggio. La competizione si è sviluppata seguendo due principali temi, ovvero la birra artigianale dell’Etna, infatti c’è stata una categoria appositamente chiamata “Beer Cocktail”, e il tè con gli agrumi di Sicilia, il miele e la frutta di stagione, con la categoria “Tè Cocktail”. La gara era riservata esclusivamente agli allievi degli istituti alberghieri di tutte le classi IV del settore Sala – Bar e siccome era prevista la partecipazione di due alunni per istituto, i ragazzi concorrenti per l’istituto Ciro Pollini di Mortara sono stati Bertolini Riccardo, della classe 4^I e che si è classificato 1^ nella categoria “Cocktail birra” e “Miglior ricetta in assoluto”, e Nicolosi Christian Daniele, sempre della classe 4^I ed ha partecipato alla gara nella categoria “Cocktail tea”. Gli alunni sono stati preparati e accompagnati dal professor Roberto Longobardi e alla competizione hanno gareggiato 16 scuole da tutta Italia.
“Sono orgoglioso della performance professionale ed umana dei ragazzi – parla il professor Roberto Longobardi - i quali hanno dimostrato abilità e savoir faire durante tutte le fasi della competizione. I miei studenti ne erano entusiasti, perché per loro è stato un momento di confronto davvero significativo ed hanno potuto vedere all’opera altri studenti altrettanto preparati, permettendo loro di crescere sul piano della preparazione professionale”. I primi  classificati delle categorie hanno ricevuto trofei e targhe realizzate per l’occasione, mentre i secondi ed i terzi classificati hanno ricevuto dei premi offerti da aziende locali ed altri premi sono stati messi a sorteggio e consegnati da Aibes, l’associazione italiana barmen e sostenitori.
Le premiazioni sono state assegnate in base a “la migliore decorazione”, “la ricetta più originale”, “la miglior tecnica”, ed un premio speciale riguarda l’”Etna cocktail quiz”, che consisteva nell’ascoltare un relatore che ha tenuto un Master sul tè e sulla birra e dopo saper rispondere a delle domande sugli argomenti trattati nel più breve tempo possibile. Durante il Master era prevista anche una presentazione in lingua Inglese del  glossario tecnico dei prodotti a cui bisognava saper rispondere. È stato premiato anche il “miglior istituto”, il quale otteneva il punteggio più alto nelle due prove ed in entrambe le categorie. A tutti gli altri concorrenti è stato consegnato un attestato di partecipazione. La giuria della decorazione era composta da un esperto in decorazioni e scultore vegetale thailandese di frutta e verdure. In più, ci sono state altre tre giurie, pronte a giudicare con correttezza l’operato di ciascun concorrente. La prima giuria è stata per la degustazione, la seconda per la tecnica, la terza invece si è occupata della prova scritta e l’hanno valutata due esperti di lingua inglese, un maestro del tè e un professore dell’università di Perugia Direttore - Centro di Eccellenza per la Ricerca sulla Birra. La giuria tecnica invece era composta da Fiduciari Aibes e hanno valutato la tecnica usata, l’eleganza, la divisa e il corretto utilizzo degli ingredienti ed altri requisiti. Sponsor per quest’iniziativa sono stati “Campari”, “Fabbri”, “Velier”, “Tomarchio”, “Monin”, “Birrificio 24 Baroni”, “AIBES”, “Birrificio dell’Etna” e “Cantine Nicosia”. “Non credevo fosse vero quando mi hanno comunicato la vittoria anche per la miglior ricetta! – esclama Riccardo Bertolini, vincitore del primo premio in due categorie - Un grazie va al professor Longobardi che ci ha seguiti in tutto e per tutto nella preparazione al concorso”.

Martina Girgis © Riproduzione riservata