Mercoledì 30 Settembre 2020

Il Palio diventa “mini”: venerdì il gioco-sfida tra i giovanissimi

Dopo due anni di assenza torna venerdì 11 maggio l’attesissimo Minipalio, il Palio a misura di bambino dedicato ai piccoli alunni delle tre scuole dell’infanzia mortaresi, realizzato grazie alla collaborazione tra il Magistrato delle contrade e l’oratorio “Cappa Ricci”, con il patrocinio del Comune di Mortara.

“Lo scopo di questa bella giornata – spiega Alessandra Bonato, presidente del Magistrato delle Contrade – è far scoprire ai bimbi la bellezza delle tradizioni del nostro Palio con giochi dedicati e tanto divertimento”.

Tutti i “grandi” che frequentano l’ultimo anno di asilo al “Regina Pacis”, alla “Fondazione Marzotto” e alla scuola comunale, verranno quindi accolti a partire dalle 9 e 30 all’oratorio “Cappa Ricci” da un gruppo di volontari delle diverse contrade. Dopo un caloroso benvenuto, i bimbi verranno divisi in due gruppi, che si alterneranno sulla piattaforma a caselle per sfidarsi nel tradizionale Gioco dell’Oca. 

Durante il gioco, ogni gruppo si separerà per formare le sette contrade mortaresi, che saranno guidate da un figurante vestito in abiti storici per mostrare ai più piccoli i mestieri caratteristici di ogni corporazione.

“L’unica modifica che abbiamo apportato al gioco – racconta il presidente Alessandra Bonato – è stata ovviamente quella di togliere gli arcieri e attribuire il punteggio alle diverse squadre con alcune sfide studiate apposta per l’età dei nostri giovanissimi giocatori. Al termine di ogni minigioco a tema, verrà quindi consegnato loro un piccolo pezzo del “Becco dell’oca” che i bimbi dovranno arrivare a completare per terminare la partita. Per il resto tutto funziona come il gioco tradizionale, compresa l’attribuzione delle penitenze. In occasione di questo avvenimento così speciale, il Magistrato ha inoltre deciso di mettere a disposizione dei piccoli la pedana in poliestere usata in caso di pioggia durante il Palio classico, per rendere il più realistico possibile il gioco e dare ai bambini la possibilità di vivere la partita come gli adulti”. 

Un programma pieno e divertentissimo aspetta quindi i piccoli giocatori, che faranno solo una piccola pausa a metà mattina per gustare una golosa merenda offerta dal panificio Deleani. Al termine del Palio, il Magistrato donerà a ciascuna scuola partecipante un simbolo in ricordo della bella giornata trascorsa e, infine, gli alunni del “Regina Pacis” e del “Marzotto” si uniranno insieme alle loro maestre per concludere l’avventura con un buon pranzo in compagnia.

Un appuntamento davvero tanto atteso e curato dagli organizzatori nei minimi dettagli, a tal punto da non temere neanche il mal tempo perché, in caso di pioggia, tutti i bimbi saranno ospitati nella sala polifunzionale a San Pio X.

Beatrice Mirimin © Riproduzione riservata