Giovedì 22 Agosto 2019

Il Motoclub si rimbocca le maniche: a giugno torna il grande motoraduno

È ufficialmente iniziato un nuovo anno pieno di avventure per i soci del Motoclub Mortara “Francesco Strada”. Un nutrito gruppo di oltre trenta centauri ha sfidato la neve che cadeva copiosa nella serata di giovedì 31 gennaio (munito delle deleghe di numerosi amici bloccati dal meteo avverso) per riunirsi intorno alle 21 presso l’agriturismo “La Gambarina” ed iniziare insieme il 2019 con la prima assemblea dei soci.

“Dopo aver approvato all’unanimità il bilancio relativo allo scorso anno – racconta Giuseppe Agostino, presidente del Motoclub – la riunione è iniziata con il rinnovo delle cariche ai vertici del direttivo, che hanno confermato la mia presidenza del gruppo, la carica di vicepresidente di Gigi Malfatti e Marco Fleba nel ruolo di segretario. Sono stati rinnovati anche la maggior parte degli incarichi dei consiglieri, anche se tra di loro sono subentrati alcuni nuovi membri”. Durante la serata i bikers hanno discusso e deciso quali saranno i prossimi imperdibili appuntamenti dedicati alle due ruote nel calendario del club. La prima data da ricordare sarà quindi domenica 23 giugno, giorno in cui è stato fissato il primo grande Motoraduno 2019, una giornata rivolta ai motociclisti e a tutti gli appassionati dei ruggenti motori su due ruote che, come ogni anno, inviterà ad unirsi al gruppo mortarese tutti i Motoclub del territorio. 

“Proprio per questo raduno – anticipa il presidente Agostino – giovedì sera discutevamo sull’introduzione di una piccola modifica sull’itinerario da seguire in questa bella occasione. L’idea iniziale infatti era quella di percorrere in sella i paesaggi del lungo Ticino ma, dopo aver ascoltato i suggerimenti degli altri soci durante la serata, al momento stiamo decidendo se continuare nella pianificazione di quel percorso oppure studiare un nuovo giro restando nel nostro territorio, che ci porti tra i castelli lomellini”. 

Non mancano poi i progetti per le nuove Motogite 2019, che porteranno i bikers alla scoperta dei bellissimi paesaggi offerti dalla Val di Susa verso la suggestiva abbazia di San Michele, in direzione Colle del Nivolet nei pressi di Ceresole Reale o ad immergersi nella Val Chisone per raggiungere le località di Villar Perosa e Fenestrelle. E ancora il Passo dello Stelvio, il lago D’Iseo, la Val Trebbia ed il tradizionale viaggio al Santuario di Oropa, che sono solo alcune delle mete che verranno raggiunte dai motociclisti in questo nuovo anno.

Sono in cantiere, al momento, anche i viaggi estivi di più giorni che coinvolgeranno i bikers in nuovi itinerari da percorrere facendo rombare i motori alla scoperta della Francia, della Svizzera e forse, anche se resta per ora una meta un po’ irraggiungibile, della Grecia. “Direi che la riunione di giovedì è trascorsa bene nonostante il maltempo – conclude Giuseppe Agostino – il motoclub è in forma smagliante e vuole proseguire migliorandosi sempre. Con la prima riunione dei soci, inoltre, abbiamo riaperto il tesseramento per il 2019, che rimarrà attivo tutto l’anno, chiunque lo desideri può rinnovare l’iscrizione o iscriversi per la prima volta in qualsiasi momento. Lo scorso anno risultavamo 93 iscritti e abbiamo lavorato insieme per tutto l’anno, portando sempre novità per la città, come lo spettacolo degli Show Action Group, uno show di quelli che si vedono raramente nella nostra zona, nonostante la partecipazione scarsa dei mortaresi. E continueremo a dare il massimo anche in questo anno”.


Beatrice Mirimin © Riproduzione riservata