Martedì 19 Novembre 2019

Il Battaglia affonda a Sustinente e ora è terza, raggiunta da Milano

L’inizio è di quelli che lasciano percepire che l’Expo non c’è, non c’è proprio, al di là dell’alibi costituito dalla lunga e pesante trasferta. 

Bossi recupera, vola in contropiede e sbaglia, poi è Orsini a recuperare e pure lui sbaglia. Poi sbaglia Deconescu, mentre i mantovani, con assist di Tomic per Bordato, siglano il 4-0. Al 5’ con un guizzo, uno dei pochi, di Ferretti, Mortara si avvicina, 7-4, ma da quel momento sale in cattedra Cerniz, che con le sue bordate inizierà a castigare i lomellini, proseguendo per tutta la prima parte del match.

Al 6’ i punti di svantaggio sono già 10 (14-4) e un minuto dopo Vucinovic chiude il parziale di 11-0, mettendo a segno il canestro del 18-4. All’8’ anche l’Expo sgancia la sua tripla, con Baiardo (26-14), dopo di che non riuscirà più ad andare a segno fino alla prima sirena. Nel frattempo, a parte i missili di Cerniz, non è che i padroni di casa facciano spettacolo, al 13’, allo scadere dei 24’’ Orsini chiude un minibreak di 0-5, portandosi sul 29-19. Purtroppo l’attacco mortarese continua a fare acqua da tutte le parti (sbaglia Deconescu, replicano Pierleoni e Orsini), Alfonso Zanellati (nella foto) prova a inserire Marcone, ma anche lui stecca. Si va al riposo e il vantaggio dei padroni di casa è ormai attestato sulla ventina di punti (42-23), ma, al rientro, Mortara esordisce con un parziale di 0-8, triple di Bossi e Orsini e due liberi di Pontisso, che portano a 42-31. L’andamento non cambia fino al 28’, quando, in un momento che poteva rivelarsi topico, Orsini non tiene a freno la lingua dopo aver commesso fallo. Al 32’ e un minuto dopo l’Expo arriva a -8, con ferretti e Deconescu e, ancora, con una bomba di Baiardo (60-52), ma Buzzi si sostituisce a Cerniz nel ruolo di cecchino e, da lontano, tiene a bada gli ospiti, che toccheranno quota -6 al 39’ con l’unica bomba di Marcone (66-60).

Domani il calendario prevede un turno infrasettimanale, in cui, al PalaGuglieri, Mortara riceverà Lissone, reduce da una brutta sconfitta casalinga con Opera, in cui, curiosamente, a fare da mattatore, è stato proprio un ex mortarese, Nicolò Cattaneo, che quest’anno, a causa dei suoi vecchi acciacchi, finora non aveva certo brillato, con i suoi 27 punti, 6 rimbalzi e altrettanti assist.

Nevina Andreta © Riproduzione riservata