Lunedì 08 Agosto 2022

I “Superbot” della medie sono campioni europei

Non li ferma più nessuno i ragazzi del team Superbot! I giovani studenti della scuola media dell’Istituto Comprensivo di Mortara che il 1 giugno scorso sono diventati campioni d’Europa nella competizione di robotica European Championship Robocup Junior 2018, venerdì sera, 29 giugno, hanno ricevuto un riconoscimento speciale per il loro impegno e la loro bravura, grazie ai quali sono riusciti a raggiungere un risultato eccellente, vanto ed orgoglio di tutti i mortaresi. Il premio è stato messo in palio dal negozio Time Sport, al numero 13 di corso Mazzini. Durante la cerimonia di consegna in piazza Silvabella, oltre a lodare le doti preziose di disponibilità correttezza e tenacia che i ragazzi hanno dimostrato durante tutte le fasi della competizione, è stato fatto un ringraziamento speciale anche alla maestra Amanda Trovò, che da ben otto anni segue il laboratorio pomeridiano di robotica per gli alunni delle scuole medie, durante il quale ha lavorato insieme a questi piccoli prodigi dell’elettronica nostrani per prepararli ed accompagnarli durante tutto il periodo di gara.
Proprio in questi giorni, l’insegnante, insieme agli attuali alunni del corso di robotica, si sta preparando ad una nuova avventura.
I ragazzi che quest’anno hanno concluso la prima e la seconda media e che frequentano il laboratorio di robotica saranno infatti presto protagonisti di una nuova trasmissione televisiva che andrà in onda sulla Rai, nel canale dedicato ai ragazzi chiamato Rai Gulp.
“Abbiamo ricevuto la proposta di partecipare a questo progetto prima degli europei, a metà maggio circa – spiega Amanda Trovò – non abbiamo voluto dire niente per rimanere concentrati sulla gara e sul raggiungimento dei nostri obiettivi. Adesso però possiamo dire con certezza che tra ottobre e novembre saremo impegnati nelle registrazioni di una nuova trasmissione per ragazzi dedicata proprio alla robotica educativa ed al coding, la prima in Italia che tratti di questi argomenti”.
I dettagli sono ancora da definire, il nome del programma è ancora incerto, ma sembra proprio che si tratterà di una sorta di competizione, una sfida tra sedici diverse scuole italiane che abbiano già esperienza nel campo della robotica educativa, ciascuna delle quali parteciperà con una squadra formata da un ragazzo e una ragazza. Ogni squadra dovrà sfidare le altre dimostrando di essere la più brava e la più veloce nella programmazione di piccoli robot.
“I nostri primi impegni televisivi saranno quindi tre puntate che verranno registrate negli studi di Torino – continua l’insegnante – dove saremo ospiti in autunno per tre giorni consecutivi. Immagino poi che le squadre che si classificheranno con un punteggio maggiore delle altre, proseguiranno con le registrazioni delle puntate”.
Nei prossimi mesi, alla “Josti-Travelli”, gli alunni del corso di robotica seguiranno delle lezioni di preparazione in vista delle sfide televisive e verranno sottoposti a dei piccoli test che permetteranno agli insegnanti di selezionare i due rappresentati della scuola mortarese a Torino.
Un grosso in bocca al lupo dunque ai nostri giovani robotici, in attesa di vederli trionfare di nuovo anche sul piccolo schermo.

Beatrice Mirimin © Riproduzione riservata