Venerdì 05 Giugno 2020

I magnifici cinque dell’Omodeo volano sull’International Cosmic Day

I ragazzi dell’Omodeo sono diventati campioni… spaziali! Il team formato da Vittorio Orsina e Angelo Portas Chiesa di 5°C, Andrea De Vita e Riccardo Bovo di 5°A e Fabiola Granata di 5°B scientifico, si è distinto egregiamente per il report stilato a conclusione dell’ultimo International Cosmic Day, che si è svolto lo scorso 29 novembre 2018 presso il dipartimento di Fisica dell’Università di Pavia. 

L’“International Cosmic Day” è un evento internazionale che si tiene ogni anno presso diversi istituti in tutto il mondo e che ha come focus lo studio dei raggi cosmici, anche attraverso esperimenti che vengono condotti dagli studenti delle scuole superiori, selezionati in base alla loro attitudine e capacità verso la fisica. I ragazzi, infatti, dopo una lezione introduttiva sui raggi cosmici, sono passati alla pratica ed hanno realizzato un esperimento per la misura del flusso dei raggi cosmici, analizzando successivamente i dati raccolti e discutendone sia con gli alunni degli altri istituti riuniti a Pavia, sia collegandosi via internet con altri gruppi di studenti internazionali con cui hanno condiviso in inglese i risultati. Una volta ritornati a scuola, i ragazzi hanno dovuto poi compilare un report che contenesse una breve descrizione delle attività svolte ed i dati ottenuti durante la giornata, da inviare in Università entro la metà di dicembre. Lo scorso venerdì 18 gennaio è arrivato finalmente il responso del professor Alessandro Menegolli, responsabile del progetto, per i ragazzi del liceo. “Tra tutti – scrive il professore - il report che più mi ha colpito in termini di comprensione della fisica e di chiarezza espositiva, unita ad una grafica completa in termini di figure e grafici, è stato quello inviato dagli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Omodeo di Mortara!” Ora, le professoresse Daniela Montani, Pierfranca Biandrate e Luisa Laboranti, referenti del progetto per il liceo mortarese, dovranno scegliere tra i cinque vincitori due soli rappresentanti che potranno partecipare ad uno stage di tre giorni presso i laboratori del Gran Sasso, a maggio 2019, in cui una trentina di studenti da tutta Italia potrà eseguire misure del flusso dei raggi cosmici in quota. 

Una grande opportunità per gli studenti, un bellissimo riconoscimento per il traguardo raggiunto.


Beatrice Mirimin © Riproduzione riservata