Venerdì 05 Giugno 2020

I biancoazzurri ringraziano ancora Ferrati, suo il gol che doma Casorate

Dopo la buona prestazione nel derby contro il Gambolò, il Mortara dimostra di aver acquisito una nuova mentalità e una forma di maturità tipica delle grandi squadre. I biancoazzurri si aggiudicano infatti la sfida contro il Casorate Primo al termine di una partita in cui hanno dominato in lungo e in largo: la bufera che si è abbattuta per mesi sulla formazione di Enea Garbagnoli è ormai un lontano ricordo. L’allenatore biancoazzurro, ancora in cerca di certezze su quelli che possono diventare gli elementi  fondamentali della squadra, si affida allo stesso undici visto in campo contro i granata.

Riconfermato anche il 3-5-2 che garantisce solidità a centrocampo e l’opportunità di impostare azioni offensive grazie alla rapidità degli esterni d’attacco. Durante i primi 30 minuti regna un perfetto equilibrio: le due compagini preferiscono non scoprirsi e attendere gli avversari nella propria metà campo, la posta in palio è alta. I padroni di casa però gradualmente prendono coraggio e al 40’ si portano in vantaggio grazie alla rete realizzata da capitan Ferrati, in gol per la seconda volta consecutiva, lasciato completamente libero dalla retroguardia del Casorate, troppo impegnata a tenere in fuorigioco Procopio. Nella ripresa l’allenatore del Casorate prova a mischiare le carte in tavola per provare a recuperare la partita ma il Mortara riesce a chiudere tutti gli spazi. Al 60’ gli ospiti vanno ad un passo dal pareggio ma la dea bendata questa volta sorride ai padroni di casa e la traversa salva Maimone. I lomellini ammaestrano il gioco facendo scorrere le lancette. Nel finale Ferrati si divora il gol del raddoppio ma al triplice fischio il Mortara porta a casa una vittoria pesantissima. “Sono contento di aver realizzato la rete decisiva – spiega il man of the match – la cosa più importante però è che siamo riusciti a vincere contro un avversario ostico per chiunque. Spero di continuare ad essere determinante per i miei compagni. Ora pensiamo ad allenarci in vista della prossima partita contro la Lungavilla”. Non resta che cogliere l’attimo e approfittare di questo periodo di forma per continuare la scalata verso i playoff. 

“Finalmente iniziamo a raccogliere i frutti del nostro impegno – commenta mister Enea Garbagnoli – abbiamo iniziato il girone di ritorno con il piglio giusto, 4 punti in due partite sono indubbiamente un buon bottino anche se la strada da percorrere per rientrare in corsa per i playoff è ancora lunga. Siamo stati perfetti su tutti i fronti, siamo stati bravi a passare in vantaggio e a gestire il risultato senza correre rischi. Ferrati si sta rivelando un ottimo capitano, nonostante la giovane età è diventato un punto di riferimento per i suoi compagni. Nel finale ha addirittura sfiorato il raddoppio anche se in certe situazioni è preferibile far scorrere i minuti piuttosto che andare alla ricerca della gloria personale. Comunque è un periodo in cui giochiamo bene, a dimostrazione che nella sosta abbiamo lavorato sodo per dare una svolta al nostro campionato”. Domenica i biancoazzurri affronteranno la Giovanile Lungavilla, formazione desiderosa di punti. “ Recuperiamo Ragusa dopo tre giornate di squalifica – prosegue Garbagnoli – quindi avrò nuovamente a disposizione un giocatore che si adatta perfettamente alle mie tattiche di gioco. Scenderemo in campo per vincere, credo ancora nei playoff ma dipende tutto da noi”.

Edoardo Varese © Riproduzione riservata