Sabato 25 Gennaio 2020

Hockey indoor, un solo punto per la Cgr Bonomi al debutto

Da Pisa arriva un messaggio forte e chiaro: quest'anno la Serie A1 di hockey indoor è affare serio. Per veri duri, insomma. Lo ha capito la Cgr Bonomi che domenica al PalaCus, alla prima giornata della nuova stagione al coperto, porta a casa solo un punto, grazie al pareggio per 2 a 2 contro Bra nell'ultima partita della domenica. Il debutto, però, è stato brusco per i castellani di Stefano Angius, che contro Adige nonostante il vantaggio iniziale devono arrendersi per 3 a 1. “Il primo concentramento è andato malino – ammette l'allenatore biancoverde – contro Adige siamo stati poco attenti in difesa, con un gol subito da corto e due su azione e poco precisi in attacco, nonostante le tante occasioni create”. Di tutt'altro piglio la gara contro Bra, dove la Cgr ha dimostrato di volersi riscattare con un pareggio che la tiene in corsa in chiave playoff. “Con i piemontesi abbiamo cambiato marcia – continua Angius – e dopo il vantaggio degli avversari siamo stati bravi a sfruttare la superiorità numerica a seguito di un loro cartellino giallo per pareggiare e poi passare in vantaggio”. Nel finale, il 2 a 2 di Bra che fa però sfumare la prima vittoria in indoor. Questo il quadro completo della giornata: Cus Pisa-Bologna 4-7, Adige-Bonomi 3-1, Bra-Cus Padova 6-1, Cus Pisa-Adige 2-5, Cus Padova-Bologna 2-5, Bra-Bonomi 2-2. Classifica: Bologna e Adige 6 punti, Bra 4, Bonomi 1, Cus Pisa e Cus Padova 0. “Dobbiamo arrivare tra le prime quattro – conclude l'allenatore – per accedere al playoff a quattro per il titolo finale. A gennaio a Bra contro Bologna e Cus Pisa dovremo fare punti pesanti”. Prima però c'è in calendario il terzo concentramento indoor dell'under 21, sabato a Pinasca. Nelle prime due giornate la Bonomi ha messo insieme 7 punti, frutto delle vittorie contro Rassemblement per 10 a 1 l'8 dicembre a Castello d'Agogna e per 7 a 1 contro il Cus Torino al debutto a Pinasca del 2 dicembre. Guida la classifica Valchisone a punteggio pieno a quota 12. Bra terzo a pari merito con i castellani seguito da Rasseblement a quota 3 e Cus Torino ancora fermo al palo.

Riccardo Carena © Riproduzione riservata