Giovedì 19 Settembre 2019

Gli sposi si dedicano alla coltivazione di Marijuana in appartamento, scoperti dai carabinieri

Una coppia di sposi coltiva e produce marijuana in appartamento a Castello d'Agogna, lo scoprono i carabinieri di Mortara. I militari, nei giorni precedenti durante i quotidiani servizi di pattugliamento, avevano raccolto da alcuni cittadini alcune indiscrezioni relative ad una possibile attività illecita di spaccio che si svolgeva in un appartamento di via Lombardia e per questo avevano inviato un’informativa di reato alla Procura presso il Tribunale di Pavia richiedendo un “decreto di perquisizione personale e locale”, emesso poi venerdì. Da qui il via alla perquisizione dell'abitazione, avvenuta mercoledì nel tardo pomeriggio.

I dettagli: all’interno della sala, occultati tra vari scatoloni, i carabinieri hanno rinvenuto sei barattoli in vetro e plastica, contenenti oltre 3 etti di marijuana essiccata. Inoltre, all’interno di un ripostiglio attiguo alla cucina, che era stato trasformato ed adibito a serra, ecco quattordici vasetti in plastica contenenti altrettante piantine di marjuana prive di fioritura, alte circa 10 centimetri. La serra era costituita da lampade alogene, un termostato per misurare la temperatura e una ventola di aspirazione con relativo tubo in acciaio flessibile collegato all’esterno per mezzo di un foro, utilizzato verosimilmente per far uscire dall’ambiente l’umidità e consentire lo sviluppo delle piante. Ma non solo, sul balcone esterno crescevano altre due piante di marijuana, una di mezzo metro e l'altra più alta, di circa un metro di altezza. All’interno di uno scatolone, poi, collocato sul pavimento della sala, i militari hanno trovato un bilancino di precisione e dodici sacchettini in cellophane di varie misure con chiusura ermetica, idonei per caratteristiche al confezionamento dello stupefacente, mentre appoggiati a terra altri cinque imballi in cartone contenenti altrettanti riscaldatori a led. La perquisizione si è poi estesa anche alla macchina del marito. La coppia era stata vista arrivare proprio a bordo della stessa auto. All’interno del bagagliaio è stata rinvenuta una mazza da baseball, subito sequestrata. 

Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata