Lunedì 27 Gennaio 2020

Francesco Padovani porta l’Italia in vetta al girone, venerdì la partita decisiva per le Olimpiadi 2020

Capita anche negli sport di squadra che sia un uomo solo a cui rivolgere il grazie più grande. Senza voler sminuire la splendida cavalcata azzurra alle Final Hockey Series di Kuala Lumpur, in Malesia, va detto subito e ben chiaro che il merito  del passaggio in semifinale dell’Italia sia arrivato soprattutto dalle parate di Francesco Padovani.

Il portiere della Nazionale e della Cgr Bonomi ha blindato la sua porta. Risultando l’uomo partita in due gare su tre. Ovviamente tutta la squadra è stata protagonista di una cavalcata vincente, ma è giusto partire dai pali per spiegare l’inatteso successo dell’hockey nazionale in Malesia. Inatteso perché l’Italia era ultima nel ranking delle squadre qualificate alla fase che precede le Olimpiadi. Ma negli occhi dei ragazzi selezionati dal commissario tecnico Roberto Da Gai si leggeva determinazione e tanta voglia di provarci.

Una missione compiuta in pieno nel girone eliminatorio, con tre vittorie ai danni di Cina per 2 a 1, Brasile per 3 a 0 e soprattutto i padroni di casa della Malesia nella gara decisiva di domenica per 4 a 2. Oltre al portierone Francesco Padovani, decisivo è stato l’apporto degli altri giocatori della Bonomi alla causa nazionale. Da Gonzalo Ursone a Juan Ortega, senza dimenticare il decisivo apporto di mister Stefano Angius in qualità di team manager. Ora però, per accedere agli spareggi in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020, manca ancora uno scoglio. Venerdì l’Italia di capitan Padovani dovrà battere la vincitrice della sfida di oggi tra Canada e Cina. La Cina, già battuta nel girone, potrebbe dunque ripresentarsi per chiedere la rivincita.   

Riccardo Carena © Riproduzione riservata