Venerdì 14 Agosto 2020

Finge un incidente per truffare un automobilista ma viene smascherato e denunciato

Lanciava biglie di ferro contro le auto che incrociava. Smascherato dai carabinieri

ROBBIO – Una biglia di ferro lanciata contro un'altra auto, poi la richiesta di qualche euro per una riparazione inesistente a una vittima casuale che spesso non vuole discussioni e paga. Ma sabato scorso a un 44enne di Noto, pluripregiudicato, il giochino è andato storto. Concludendosi con una denuncia per tentata truffa, che va ad aggiungersi al curriculum. Tutto è successo in mattinata, quando un operaio 49enne nato a Vercelli e residente a Confienza, si è visto incolpare dal truffatore del danneggiamento dello specchietto di una Fiat Doblò, incrociata in Viale Gramsci a Robbio. L'operaio ha respinto con forza ogni accusa ed è nata una discussione. A questo punto il 49enne di Confienza ha manifestato l’intenzione di rivolgersi alle forze dell’ordine, cosa ha messo subito in fuga il truffatore. Però l'intenzione è diventata realtà quando la vicenda sospetta è stata raccontata ai carabinieri della Stazione di Robbio, che, hanno rintracciato tempestivamente il truffatore ancora nei pressi di Robbio. All’uomo, sottoposto subito a perquisizione, sono state trovate e sequestrate 35 biglie in metallo, utilizzate per realizzare le truffe, una volta lanciate contro le auto delle vittime. Il truffatore ha ammesso tutto e oltre alla denuncia ha incassato anche la proposta di foglio di via dal comune di Robbio.


Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata