Domenica 17 Novembre 2019

Fallimento Bertè: sono 60 i creditori. L’Agenzia Entrate aspetta 800mila euro il Comune 40mila

Dopo il fallimento della Eredi Bertè, che risale al 2 luglio 2019, ora la parola passa ai creditori. Che sono oltre 60. Il credito maggiore è quello vantato dall’Agenzia delle Entrate a cui spettano quasi 800mila euro. Anche il Comune di Mortara aspetta la sua parte. Quasi 40mila euro. Un somma che si è accumulata a partire dal 2012.

Infatti per sette anni consecutivi la ditta di smaltimento rifiuti ha ignorato l’imposta municipale unica (Imu). La ditta che per anni ha avuto un contratto di servizio per l’ente pubblico non è mai stata un contribuente affidabile. Ma non è tutto. L’impresa che si occupava di rifiuti non ha pagato neanche la tassa sui... rifiuti. Infatti la Tari non è corrisposta all’ente pubblico dal 2018. E poi c’è anche la Tasi. Questa non è stata versata dal 2014. Tirando le somme al Comune spettano quasi 40mila euro.

Luca Degrandi © Riproduzione riservata