Domenica 22 Maggio 2022

Dopo il termine della messa, la fanfara si è esibita in un concerto mostrando a tutti i presenti la loro bravura e capacità musicali

Il paese ha saputo ritrovarsi nel ricordo di un suo concittadino vissuto ormai più di un secolo fa, e lo ha celebrato con un evento importante per tutta la comunità. 
Domenica scorsa, nell’ambito dei festeggiamenti di Sant’Anna, l’amministrazione comunale dornese ha ufficialmente dedicato una via al “Real carabiniere Angelo Rognoni”.
La cerimonia ha avuto luogo presso la ormai ex via Lovese che, dalle 10 del mattino, è diventata per tutti via Angelo Rognoni celebrando l’evento con una cerimonia alla presenza delle autorità cittadine, del prefetto, e autorità militari, accompagnati dalla fanfara dei Carabinieri.
L’amministrazione ha scelto di dedicare una via al carabiniere originario di Dorno, deceduto mentre svolgeva il suo dovere nella lontana Sicilia, morto a soli 24 anni inseguendo dei banditi ad Adrano, una cittadina del catanese e diventando un esempio di rettitudine e di integrità. Il suo valore è stato riconosciuto e celebrato dai dornesi ma anche dai cittadini di Adrano, dall’arma dei carabinieri ed anche dal presidente della repubblica Napolitano che gli ha assegnato la medaglia d’argento al valore militare.
Il primo cittadino dornese, Mariarosa Chiesa, ha parlato alla cittadinanza della storia del loro concittadino, ed ha auspicato un incremento dei rapporti tra il comune lomellino e quello catanese. Dopo di lei ha preso la parola il Tenente Colonnello Stefano Nencioni, Comandante del Reparto Operativo Carabinieri di Pavia. Dopo la benedizione della targa toponomastica della via, il corteo si è mosso accompagnato dalla fanfara dei Carabinieri, giungendo a piazza Bonacossa sotto il palazzo comunale. Al termine della messa, la fanfara si è esibita in un concerto mostrando a tutti i presenti la loro bravura e capacità musicali. 

Marta Mocellin © Riproduzione riservata