Lunedì 27 Gennaio 2020

Dipendente dell'ospedale usava permessi pagati per viaggi e fare sport

La 44enne scoperta dopo lunghe indagini dei carabinieri diceva di dover assistere il padre disabile

Diceva di dover seguire il padre disabile e per questo si assentava dal lavoro all'ospedale civile di Vigevano, ma invece se ne andava in giro per il mondo in viaggi e praticava gli sport preferiti sbattendosene altamente della delicata occupazione che ricopriva. Ma questa 44enne è finita in una complessa ed articolata attività d’indagine dei carabinieri, mirata alla repressione dei reati contro la Pubblica Amministrazione. E così i militari della Stazione di Vigevano hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Pavia questa cittadina italiana accusata di truffa aggravata.

L’indagata, dipendente dell’Ospedale Civile di Vigevano, aveva ottenuto il diritto ad assentarsi grazie a permessi retribuiti, giustificando le assenze con il fatto che doveva assistere il padre disabile, ma in realtà usava questa truffa per compiere viaggi all’estero e praticare sport in luoghi distanti dalla dimora del proprio familiare.


Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata