Sabato 15 Agosto 2020

Devastano un bar nel giorno di Pasqua, tre uomini denunciati dai carabinieri

"Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi". Un detto che, probabilmente, ha un significato molto più profondo rispetto al semplice proverbio in rima. Lo avranno capito i tre parenti che, nel giorno di Pasqua, si sono ferocemente azzuffati in un bar a Sartirana al momento del saldo del conto. Nessuno dei tre voleva pagare.

Ha preso così vita una violenta rissa tra due fratelli e un nipote, tutti residenti tra Valle e Sartirana. I tre, nel giorno di Pasqua, si sono ritrovati presso un noto bar del paese e, tra un brindisi e l'altro, hanno celebrato degnamente la fine delle austerità quaresimali. Se non che, dopo il cospicuo consumo di alcolici, i tre non si sono trovati più familiarmente d'accordo su chi spettasse l'incombenza di pagare il conto.

Da lì i tre parenti hanno messo in atto una scazzottata davanti agli occhi increduli e spaventati degli altri avventori del bar, frequentato perlopiù da famiglie con bambini. Ma non solo. Una volta accesi gli animi, i tre protagonisti della rissa hanno sfogato la loro rabbia anche sugli incolpevoli arredi del locale, scagliandosi a vicenda bottiglie e sedie.

Al termine della furibonda azzuffata, oltre allo stupore e al terrore, agli occhi dei carabinieri di Sartirana intervenuti, si è presentata la rottura della vetrata della porta d'ingresso del bar e, a terra, il sangue dei contendenti, dileguatisi nel frattempo, oltre ai cocci di bottiglie, di sedie e di vasi di piante distrutti.

Successivamente i militari hanno individuato e denunciato i tre protagonisti della rissa, tutti di origine palermitana e residenti in distinte abitazioni a Valle e Sartirana. 

Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata