Giovedì 19 Settembre 2019

Da rapina a comica: ruba 250 euro, li mette negli slip, viene inseguito, perde i soldi e la sua auto non era assicurata

La rapina è degna delle Comiche o di un altro film con ladruncoli maldestri che, cercando di fuggire dopo il colpo, perdono i soldi per strada. Lo sfortunato bandito solitario è entrato in azione domenica all’ora di pranzo al discount In’s, nella periferia di Vigevano.

Con un cacciavite in mano ha minacciato una cassiera, si è fatto consegnare i contanti ed è scappato. Indossava una felpa blu col cappuccio. 

Il denaro durante la fuga lo aveva riposto nelle mutande: una cifra modesta, che non raggiungeva i 250 euro. Il ladro, un 43enne pregiudicato che vive a Broni, non poteva però sapere che tra i clienti del supermercato c’era anche un poliziotto fuori servizio che stava facendo la spesa e che, senza pensarci un attimo, lo ha inseguito a piedi. Intanto ha chiamato i rinforzi, i suoi colleghi. Anche la direttrice del punto vendita, in auto, si è messa alle calcagna del rapinatore. Quando lo ha raggiunto, lui prima l’ha minacciata ancora col cacciavite e poi ha gettato alcune banconote nel finestrino della sua auto per cercare di farla rinunciare all’inseguimento. 

Si trattava di parte del malloppo, circa 170 euro. Il resto lo aveva tenuto. Un tentativo di “trattativa” che ovviamente non ha funzionato. Intanto sono arrivati anche gli agenti, che lo hanno bloccato e disarmato. Il resto del bottino era ancora negli slip. Per non farsi mancare niente, la sua auto (una Golf) era parcheggiata poco distante. Non aveva l’assicurazione ed è stata sequestrata. L’uomo è stato arrestato e si trova agli arresti domiciliari in attesa del processo.

Davide Maniaci © Riproduzione riservata