Martedì 18 Febbraio 2020

Croce Rossa, pompieri e vigili pronti alla maxi esercitazione

Saranno impegnate cinque squadre di soccorritori della Croce Rossa, interverranno i vigili del fuoco e gli agenti della Polizia locale per bloccare il traffico, ma niente paura, sarà solo un’esercitazione. Infatti sabato prossimo, 7 dicembre dalle 18 alle 21, è in programma nei pressi dell’auditorium una maxi simulazione che coinvolgerà tutti i soggetti protagonisti nel primo soccorso. L’operazione sarà gestita dalla Sala operativa provinciale della Croce Rossa diretta da Gian Luca Vicini. 

“Ogni anno sul territorio – spiega  Gian Luca Vicini – realizziamo un evento di questo tipo per perfezionare la complessa macchina dei soccorsi. Infatti nell’operazione sono coinvolti i comitati di Mortara, di Pavia, di Como e di Novara. Abbiamo scelto Mortara e l’auditorium della città per simulare un’emergenza che gli operatori dovranno affrontare seguendo tutti i protocolli del caso. Al termine di queste esercitazioni riusciamo sempre a trarre importanti insegnamenti che migliorano l’efficienza della macchina dei soccorsi”. L’iniziativa, organizzata con la collaborazione dell’amministrazione comunale, è stata presentata venerdì scorso in municipio, oltre che da Gian Luca Vicini, dal sindaco Marco Facchinotti,l’assessore alla sicurezza Luigi Granelli, l’assessore alla cultura Paola Baldin, Roberto Tambani del distaccamento locale dei Vigili del Fuoco, e Paolo Guida, agente della Polizia locale. L’esercitazione, dalle 15, sarà preceduta da una lezione di aggiornamento, sempre in auditorium, dedicato agli operatori del soccorso. Successivamente prenderà il via il corso durante cui i tecnici illustreranno i canoni della maxi emergenza fornendo spiegazioni e le modalità di intervento. Ma c’è anche un altro aspetto da non trascurare. Nell’era in cui le informazioni viaggiano rapidamente sui social e su internet spesso si genera anche confusione e approssimazione. Per questo il sindaco Marco Facchinotti ha più volte sottolineato che, trattandosi di un’esercitazione, la cittadinanza non si deve allarmare sentendo le sirene delle ambulanza. 

“Ringrazio la Cri – conclude Luigi Granelli – che con questo evento chiude un trittico di iniziative molto importanti. Prima il corso per la disostruzione pediatrica delle vie aeree, poi l’incontro pubblico sull’applicazione salva vita ed ora questa esercitazione di grande rilevanza”. 


Luca Degrandi © Riproduzione riservata