Domenica 31 Maggio 2020

Coronavirus: all'università di Pavia niente esami e lezioni

Da lunedì 24 febbraio fino a domenica 1 marzo, in tutte le sedi dell'Università di Pavia, a titolo meramente cautelativo, sono sospese le lezioni e i seminari, gli esami, le conferenze e le prove di concorso. L'accesso alle biblioteche sarà consentito solo per le funzioni di prestito e restituzione, mentre saranno chiusi gli spazi riservati alla consultazione e allo studio.

Questa la decisione del Magnifico rettore dell'ateneo pavese,  prof. Francesco Svelto, resa nota nella tarda serata di ieri. "L'evoluzione della situazione relativa alla diffusione del coronavirus COVID-19 consiglia, di intesa con le altre Università lombarde e in accordo con le Autorità civili e sanitarie, l'adozione di misure a tutela della salute pubblica e del sereno funzionamento delle nostre attività. - si legge nella nota diffusa dal Rettore - Riteniamo che, in assenza di diverse indicazioni da parte delle Autorità, tutte le attività potranno riprendere lunedì 2 marzo. In particolare, le attività didattiche e gli esami sono rinviati esattamente di una settimana. A quegli studenti che, anche nei giorni successivi al 1° marzo, si trovassero nell'impossibilità di frequentare l'Università, perché residenti in comuni ancora interessati da un provvedimento di blocco, sarà concesso di sostenere eventuali esami in un momento successivo agli appelli previsti".

Le restanti attività lavorative di docenti e personale tecnico-amministrativo proseguiranno normalmente, salvo per i dipendenti residenti nei Comuni citati nell'Ordinanza ministeriale.

Il Nuovo Lomellino © Riproduzione riservata