Venerdì 05 Giugno 2020

Cilavegna, Clir: Alan Ugazio “tira la volata” al sindaco Colli

Tra un mese e mezzo si conoscerà il nome della ditta che subentrerà al Clir nella gestione del servizio di raccolta dei rifiuti. 
Si conta di avere la graduatoria definitiva delle 4 aziende che hanno partecipato al nuovo bando entro il 20 novembre: l’appalto col Clir scadrà a fine anno e l’ex consorzio con sede a Parona non ha provato a ri-partecipare. Intanto la dismissione di Cilavegna, che possiede il 3,5 per cento delle quote, prosegue. Dal 28 settembre il sindaco Giuseppe Colli non partecipa più alle assemblee e la vicenda continuerà in tribunale, per via della causa mossa proprio dal Clir e che coinvolge anche l’altra “dissidente” Robbio. 
“Il ricorso – chiarisce Colli – è una questione politica. Ci sono tanti altri Comuni che ci hanno manifestato il loro sostegno e che aspettano di capire se riusciamo nel nostro intento, quello di trovare un servizio meno caro e di qualità migliore. Quando scopriranno che si potrà smaltire l’immondizia anche spendendo meno, vedremo cosa succede. Noi nel nuovo bando abbiamo inserito anche la gestione della piazzola ecologica e lo spazzamento delle strade. Non ritengo ci saranno problemi per la gente neanche in caso di intoppo del nuovo bando: essendo ritenuto “essenziale”, il servizio sarebbe comunque garantito dal Clir fino al cambiamento”. Secondo Colli ci sarà un risparmio che gioverà all’amministrazione successiva. Ma che il servizio sia “scadente” a Cilavegna è opinione comune. Anche la minoranza, infatti, appoggia la scelta di cambiare gestione. 
“Non abbiamo mai ostacolato la scelta – aggiunge Alan Ugazio, capogruppo di opposizione – perché il servizio andava oggettivamente migliorato. Il Clir è sempre sembrato sordo alle lamentele dei cittadini, dal contenitore per la carta ad alcuni vicoli serviti male. E negli ultimi tre anni i prezzi sono anche aumentati. Quello che mi dispiacerebbe è se la battaglia legale si trascinasse per anni e mi rincresce che il Clir non sia stato in grado di accontentare Cilavegna”. 

Davide Maniaci © Riproduzione riservata