Sabato 16 Novembre 2019

Cilavegna, beccato altro marocchino: spacciava nei campi

Ennesimo marocchino beccato a spacciare nelle campagne, stavolta tra Parona e Cilavegna.
I carabinieri, dopo una lunga serie di appostamenti e indagini proprio presso i giovanissimi, nel pomeriggio di martedì scorso, hanno arrestato Hassan Ben Khadra, un pregiudicato marocchino di 22 anni, irregolare sul territorio italiano e senza fissa dimora. 
All’arrivo dei militari aveva addosso ben 63 grammi di cocaina e materiale per confezionare le dosi. Con lui c’erano anche due pregiudicati, un 29enne suo connazionale anch’egli irregolare e un 24enne di Garlasco. Quest’ultimo era in possesso di 40 grammi di “erba” e di una carabina ad aria compressa irregolarmente detenuta che è stata trovata durante la perquisizione a casa sua. 
I carabinieri della compagnia di Vigevano guidati dal maggiore Emanuele Barbieri, con anche militari delle stazioni di Mortara, Gravellona e Gambolò e del nucleo radiomobile vigevanese, agivano nell’ambito dell’operazione “Scuole sicure” coordinata dal comando provinciale. 
L’indagine è durata un mese ed è partita proprio dal via vai inconsueto di biciclette e motorini nelle campagne tra Parona e Cilavegna, confermato dagli agricoltori della zona e dalle informazioni raccolte dai carabinieri fuori dagli istituti scolastici e dai centri di aggregazione giovanile.  I giovanissimi arrivavano tra i campi poco lontano dalle strade per rimanere pochi minuti e andarsene. 
Un atteggiamento sospetto, che andava avanti dall’inizio dell’anno scolastico. Martedì è scattata l’operazione che ha portato le manette ai polsi di Ben Khadra e alla denuncia  dei suoi complici. Il reato è quello di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e il 22enne marocchino, dopo il processo per direttissima, rimarrà in carcere. Sono stati individuati anche alcuni consumatori, segnalati alla Prefettura. Si tratta di un 30enne di Vigevano, uno studente marocchino di 20 anni che vive a Cassolnovo  e uno studente 18enne mortarese.

Davide Maniaci © Riproduzione riservata