Lunedì 22 Aprile 2019

Cergnago: asciutta improvvisa del “Canale”, moria di pesci

È stata una secca totale quella che nella giornata di lunedì 4 febbraio ha coinvolto il subdiramatore - Mortara del Quintino Sella (conosciuto dai pescatori locali più semplicemente come il “Canale”), che ha origine a sua volta dal famoso Canale Cavour.

Lungo il percorso del Canale nelle campagne mortaresi e cergnaghesi si sono prosciugate completamente vastissime porzioni di fondale. Ciò ha causato la morte di diversi pesci, tra cui soprattutto piccole carpe che, intrappolate nelle pozze e non più protette dall’acqua, si sono rivelate facili prede di aironi e altri animali. Nel pomeriggio si è provveduto a far confluire nel Canale le acque del Cavo Plezza, il cui imbocco si trova all’altezza di Cascina Nuova, riportando così il livello dell’acqua ad un’altezza accettabile. Molti anni fa, come ricordano alcuni pescatori della zona, nei mesi invernali il Canale veniva prosciugato completamente, e l’anno successivo era di nuovo pieno di pesci. Ci si riferisce però a tempi in cui la varietà della fauna ittica non era certo nelle condizioni in cui versa oggi. Un esempio: in tutto il tragitto del Canale dall’imbocco del Cavo Plezza fino alle campagne di San Giorgio non è stato avvistato dai pescatori neanche un piccolo luccio o pesce persico. In varie zone del Canale sono comunque stati effettuati recuperi di pesci da parte degli organi competenti.

Nicholas Scotti © Riproduzione riservata