Venerdì 14 Agosto 2020

Caserma dei pompieri, vendere o non vendere? Questo è il problema!

Facchinotti vorrebbe un parcheggio, ma la vendita dell'area fa gola...

Per i Vigili del Fuoco mortaresi il 14 gennaio sarà una data da ricordare negli anni. Infatti martedì sono iniziati i lavori di completamento della nuova caserma che sorgerà in area Polo Logistico. Ma non è tutto. L’opera potrebbe costituire una svolta anche per la fisionomia della città. Al posto della vecchia sede dei pompieri potrebbe sorgere un parcheggio invece delle solite, ulteriori, villette. L’idea è del sindaco che sogna ad occhi aperti.

“L’ideale sarebbe abbattere quella struttura, oggettivamente in pessime condizioni, – spiega il primo cittadino – e creare un parcheggio libero che si colleghi con quello della Borsa Merci e con via Teano. Inoltre, in questo modo, daremmo più spazio al mercato. Ritengo che sarebbe un incentivo notevole per il commercio ambulante. Creare un’area ancora più vasta, completa e confortevole può certamente essere da sostegno per un settore a cui tengo particolarmente. Il valore economico, ma anche storico e culturale del mercato è indiscutibile. Con maggiori spazi si possono attirare in città nuovi operatori di qualità e dare più prestigio ad uno degli appuntamenti mercatali più importanti del territorio”. 

Fin  qui il libro dei sogni. Poi c’è la realtà dei conti pubblici. Infatti l’edificio di via Roma è da tempo inserito nell’elenco delle proprietà pubbliche alienabili. Tradotto: vendere, vendere e ancora vendere per fare cassa. Per dare ossigeno ai conti pubblici costantemente in apnea. Tanto che il Comune ha esagerato nel  valutare la struttura di via Roma addirittura 480mila euro. Una cifra fuori mercato. “Mi accontenterei di incassare 150 mila euro – puntualizza il sindaco - ma il punto è un altro. La valutazione che dovremo fare tutti assieme in giunta è questa: le condizioni del bilancio ci consentono di rinunciare alla vendita dell’edificio in favore della realizzazione di nuovi parcheggi?

Purtroppo in questi due mandati tutte le cose che potevano andare storte lo sono andate. Siamo stati vittime di sfortune di cui non abbiamo responsabilità, come la tempesta di vento che ha scoperchiato le piscine. Senza parlare dei debiti lasciati dalle passate amministrazioni”.

Intanto, però, lunedì mattina è stata protocollata la comunicazione di inizio lavori da parte della Polo Logistico. Ora ci vorranno circa 4 mesi per il completamento delle opere che renderanno un capannone, costruito per essere un’officina collocata  nell’area Cipal, una caserma a tutti gli effetti. Costo dell’operazione, circa 150 mila euro. Soldi messi a disposizione dalla stessa Polo Logistico che ha anche concesso la struttura in uso gratuito al Comune. All’ente pubblico resta l’onere di pagare le utenze, come già avviene per la sede di via Roma. 

L’obiettivo è inaugurare la nuova caserma dei Vigili del fuoco nel 2019, probabilmente sfruttando anche la verina della Sagra dell’Oca per avere la massima visibilità al momento del taglio del nastro. 

Luca Degrandi © Riproduzione riservata