Venerdì 18 Ottobre 2019

Candia: domenica il palio, caccia aperta ai marenghin

Il palio è arrivato solo al quinto anno ma è già attesissimo. L’obiettivo è quello di trovare prima di tutti gli altri i “marenghin d’oro”, le preziosa moneta nascosta nei sacchi di riso. I giochi saranno domenica dalle 15, col ritrovo in piazza Leonardo da Vinci. La data coincide con la festa patronale di Candia, dedicata alla Madonna del Rosario. I contradaioli dei cinque rioni, Burgratè, Cavourìn, Peschierant, Sancarlìn e Terasìn, dovranno compiere nella prima fase tre giri di corsa a staffetta con un sacco di riso in spalla del peso di 5 chili (lo scorso anno erano 10, ora sono stati dimezzati per agevolare le giocatrici).

In totale ci saranno quattro corridori per ogni squadra. Il circuito parte e arriva da piazza Leonardo passando per via Roma, via Cavour, via Borgoratto, via Descottis, via Peschiera e ancora via Roma. 

La corsa darà il primo  punteggio, da 10 a 2. Poi partirà la fase della ricerca: i sacchi verranno svuotati e i ricercatori, uno per contrada, dovranno trovare i nove marenghi. Chi li avrà tutti per primo conquisterà 10 punti, e via a scendere di due in due. 

Il punteggio verrà sommato con quello della corsa. In caso di parità prevarrà proprio chi era arrivato davanti nella gara a staffetta. Tutti cercano di strappare il palio a Sancarlìn. 

I “gialli” di piazza San Carlo hanno già conquistato due palii sui quattro disputati, compreso l’ultimo. Intanto si fanno largo anche gli “eventi collaterali” che accompagneranno la festa. 

Sabato 5 ottobre alle ore 17 in sala consiliare verrà inaugurata la mostra “L’arte del disegno” di Pietro Bisio, che andrà avanti anche nel fine settimana successivo. Sarà introdotto dalle parole del professor Giuseppe Castelli, candiese. 

L’artista farà omaggio al Comune di una sua opera ad olio. Nel frattempo presso la casa di riposo “I Gigli” ecco “Karpov - Giacomello da Bucarest”.  Il figlio di questa pittrice dalle ascendenze romene, Maria Giacomello, ha donato molte opere alla Rsa candiese. L’inaugurazione sarà venerdì alle 16. Domenica da mattina a sera tante bancarelle circonderanno le vie centrali del paese. E poi c’è la Pro loco: i volontari in piazza San Carlo esporranno le loro torte artigianali, offerte dalle donne del paese e dalle tesserate. 

La vendita permetterà all’associazione di acquistare altre brandine da donare alla scuola materna di Candia, come è già avvenuto nelle scorse settimane. 

Il palio del Marenghìn è organizzato dall’omonimo comitato, il cui presidente pro tempore è il sindaco. 

Prende spunto dalla rievocazione fantasiosa della festa patronale del 1805, quando un messo proveniente da Novara portò in paese un cofanetto di marenghi, la moneta dell’epoca.

Davide Maniaci © Riproduzione riservata