Mercoledì 12 Agosto 2020

Calcio tra maltempo e rinvii, le società ora alzano la voce: "Non ci ascoltano"

Tra i settori maggiormente colpiti dal maltempo rientra senza ombra di dubbio il calcio lomellino. Diverse società, in lotta per i rispettivi obiettivi, hanno manifestato il proprio disappunto in merito al continuo rinvio delle partite, senza che la Federazione riesca a trovare una soluzione di stabilità.

“A Casteggio erano presenti i presupposti per poter scendere in campo – commenta il ds del Mortara Maurizio Rovida – spesso non si riesce ad affrontare determinate questioni con la giusta dose di lucidità. Il terreno di gioco non verteva certo nelle condizioni ideali ma sia noi che il Casteggio abbiamo fornito la nostra disponibilità a voler disputare la partita. Il direttore di gara, senza verificare accuratamente la praticabilità del terreno di gioco, ha optato per il posticipare l’incontro”.

“Chi scrive e detta le regole spesso non ha mai giocato a calcio – afferma l’allenatore granata Paolo Maggi – non si tengono in considerazioni molteplici fattori. Le giornate si sono notevolmente accorciate, le basse temperature iniziano a farsi sentire e la nebbia spesso e volentieri ostacola la visione del gioco. Può capitare che i terreni siano ghiacciati, ma con la forza di volontà non esistono problemi impossibili da risolvere. Una soluzione plausibile potrebbe consistere nel prolungare ed anticipare il periodo di sosta, in modo tale che le situazioni climatiche più estreme non rappresentino più un ostacolo per il campionato. Credo che ai vertici siano perfettamente  a conoscenza di queste tematiche, semplicemente si tende sempre a voler arginare e sorvolare su tutto, invece di mettersi d’impegno e provare a cambiare le cose”.

In Promozione slitta il match del Città di Vigevano sul campo del Binasco. “Sarebbe bene se non si aggiungesse benzina sul fuoco – afferma mister Falsettini –. Non sta a me giudicare il lavoro altrui ma occorre venire incontro alle richiese delle società. Noi aspettiamo e accettiamo qualunque decisione verrà presa”. 

Edoardo Varese © Riproduzione riservata