Martedì 21 Maggio 2019

Basket, l'ex capitano del Battaglia Francesco Boffini sabato a Porto Sant'Elpidio ha coronato il suo sogno d'amore con la bellissima Federica Vecchi

Esiste un modo davvero speciale per coronare degnamente una stagione da favola? E’ possibile inventarsi un modo per scolpire a caratteri indelebili l’anno 2018 come una tappa fondamentale della propria esistenza? Dal punto di vista cestistico, Frank Boffini ha sicuramente vissuto una stagione esaltante,è stato uno dei protagonisti assoluti della cavalcata vittoriosa della Forenergy alla conquista della serie B, cui ha contribuito con cifre di tutto rispetto (una media di 11.3 punti, condita da 1.86 assist e 2.58 rimbalzi, high score di 24 con Pizzighettone), perché, quindi, non rendere quest’anno ancora più speciale prendendo una decisione importante come quella di dire definitivamente addio alla vita da single? Così, questa annata favolosa ha avuto il suo clou, sabato 21 luglio, alle 17, a Porto Sant’Elpidio, la ridente località marchigiana idealmente gemellata a Vigevano da un duplice fil rouge, l’amore per la palla a spicchi e la vocazione calzaturiera, nell’attimo scandito dai flash in cui Frank ha infilato la fede all’anulare sinistro della bellissima Federica Vecchi. Basta un’occhiata alla foto della splendida coppia, scattata all’uscita dalla chiesa, a far comprendere che la definizione “matrimonio fiabesco”, stavolta, non è la classica iperbole, ma la semplice descrizione della realtà, come testimonia il sorriso orgoglioso dell’ex capitano del Battaglia (l’apice della sua carriera cestistica ha avuto come palcoscenico proprio le Marche, tra Porto Sant’Elpidio, Montegranaro e Civitanova, sempre in B) che guarda Federica, avvolta in uno stupendo, sofisticato ed elegantissimo abito bianco, da principessa, appunto, delle favole. “Erano davvero bellissimi e la cerimonia è stata perfetta in tutti i particolari – spiega, con una punta di commozione, l’amico di sempre Kader Kam, che non si sarebbe perso per nulla al mondo le nozze del ragazzo che, per primo, l’ha fatto sentire “a casa” nella città ducale, condividendo con lui innumerevoli partitelle sul playground – naturalmente, a fare festa insieme agli sposi, c’erano un sacco di compagni ed ex compagni di squadra, compresa una rappresentativa di giocatori vigevanesi, accompagnati da Marino Spaccasassi e Paolo Cucchi”. Quello con Federica è un amore nato all’insegna della palla a spicchi, e queste due ultime stagioni vissute lontano dalle Marche (a Mortara, da capitano, e a Vigevano) sono state una precisa scelta di Frank, che, al termine di questo esperimento “scientifico”, ha compreso di sentirsi pronto a compiere questo passo fondamentale. E poi, nelle Marche la pallacanestro è lo sport per antonomasia, e sotto ogni campanile c’è una società pronta ad accogliere un giocatore esperto, che, con questa scelta di vita, ha raggiunto l’apice della maturità..

Nevina Andreta © Riproduzione riservata