Venerdì 06 Dicembre 2019

Basket, colpi di mercato per Mortara e Tromello

Completate le formalità relative alla firma e al trasferimento dei contratti, Mortara aspetta, dopo Ferragosto, l’arrivo di una nuova coppia di lituani. Benius Urbanovicius (’97, 200 cm., ultima stagione nell’Akmenes Grudita, terza lega lituana) e Rokas Pocius (nella foto), ’96, 198 cm., ha giocato in Lega3 e Lega2 in patria, nel gennaio 2018 è sbarcato in Italia, a Capo d’Orlando, in C Silver nella Nuova Agatirno, società satellite dell’Orlandina, per poi trasferirsi, sempre in C Silver, a L’Aquila giocano entrambi nel ruolo di ala-pivot e, insieme al play pugliese Stefano Liso (ex Trani, classe ’95), costituiscono i volti nuovi del roster mortarese.

“Sul fronte degli arrivi confermo quanto già detto la scorsa settimana – afferma Alfonso Zanellati – che potremmo completare il gruppo con un esterno in grado di garantirci punti, ma siamo disponibili ad aspettare ancora un po’ e non cercare soluzioni affrettate, perché ora giocatori e procuratori sono ancora tutti pieni di aspettative e mirano alle serie superiori e agli ingaggi corposi. Poi, quando, ai piani alti, i roster si completeranno, le prospettive potranno anche mutare. L’unica novità da registrare, è, invece, sul fronte delle uscite – conclude il coach – Massimiliano Orlandi ha chiuso con la Sanmaurense, e giocherà la prossima stagione in C Silver a Pavia”. “Max può essere considerato un mio vecchio pallino – conferma la notizia dalla sponda pavese il dirigente Flavio Suardi – è almeno un paio d’anni che lo tengo d’occhio e che ne apprezzo le doti, per cui sono curioso di vederlo all’opera con noi”. Nel mirino della neopromossa pavese non c’è solo Orlandi, confermato anche un serrato corteggiamento a un altro ex mortarese, Alete Ferretti, che, per ora, resiste alle lusinghe e cerca di accasarsi lontano dalla Lombardia.

Aria di novità anche in casa Tromello, che sta mettendo a punto importanti tasselli in vista della nuova stagione. “Abbiamo perso Zucca, migrato in C Silver a Robbio – esordisce Paolo Bellio – ma stiamo lavorando per costruire un gruppo sempre più giovane e determinato. Un’altra occasione sfumata è quella di Edoardo Mezza, che, dopo aver acconsentito alla nostra proposta, si è stabilito sempre a Gambolò, ma in Promozione, in casa della neopromossa Olimpia. Nel frattempo abbiamo chiuso con Stefano Vai, un play, classe 2000 dell’HYC, che ci ha fatto un’ottima impressione, e con un altro pavese, questo di provenienza Sanmauro, Davide Barbero, ala piccola, classe ’99, l’anno scorso in forza alla Phoenix Iria Voghera. Ora siamo in trattative per un lungo e potremmo regalarci, prima della fine del mercato, un altro colpo interessante. Come avevamo già accennato in precedenza, dovremo affrontare il problema di Luca Orsenigo, che sarà disponibile solo a inizio 2020, perché, nei mesi precedenti, sarà all’estero per motivi di studio. A darci una mano, ancora una volta, potrebbe intervenire Andrea Risso, che aveva deciso di appendere le scarpe al chiodo, ma, se non troviamo alternative, se le rimetterà ai piedi, almeno fino al ritorno di Luca, se Andrea Bocca e Giugi De Bernardi saranno così bravi da convincerlo a non piantarci in asso”.

Nevina Andreta © Riproduzione riservata