Domenica 22 Maggio 2022

Aveva 50 grammi di coca nelle mutande, per una sniffata alla grandissima

Bloccato dai carabinieri uno spacciatore residente a Gravellona

VIGEVANO – Alla vista dei militari è andato in evidente stato di agitazione e si è nascosto ben 50 grammi di cocaina nelle mutante. Ma non è servito a nulla. I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Vigevano hanno tratto in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio un piastrellista nato a Roma e residente a Gravellona, pregiudicato.

Durante un servizio perlustrativo antirapina, uno dei due equipaggi dei carabinieri aveva notato una Ford Fiesta che, giunta all’altezza della rotatoria che interseca Via Santa Maria e trovandosi inaspettatamente di fronte la seconda autovettura dell'Arma, aveva effettuato una strana brusca frenata rimanendo titubante circa la direzione da prendere, proseguendo poi su Corso Brodolini.

La manovra aveva insospettito i militari che hanno fermato e proceduto al controllo il conducente che si era dimostrato subito agitato e tremante. L’atteggiamento sospetto e il controllo alla banca dati, davano ragione ai sospetti. Emergevano infatti diversi precedenti penali a carico dell'uomo, in particolare nell’ambito dei reati di droga, pertanto i militari procedevano ad un controllo più accurato in caserma, dove, a seguito di perquisizione personale, venivano rinvenuti occultati all’interno delle mutande, due involucri sigillati con scotch da pacchi, rispettivamente del peso di 27,5 grammi e 27,2 grammi, per un totale complessivo di 54,7 grammi (circa 50 grammi netti) di cocaina, del valore sul mercato di almeno 4000 euro.

La perquisizione è stata poi estesa all’abitazione dell’uomo, ove venivano rinvenuti in un involucro di cellophane, due dosi di sostanza stupefacente di tipo marijuana del peso complessivo di circa 1 grammo.

L’uomo è stato quindi arrestato. La misura restrittiva è stata poi convalidata nel rito direttissimo che ne ha disposto la custodia cautelare in carcere in attesa dell’udienza fissata per il 1 ottobre.


© Riproduzione riservata