Venerdì 03 Luglio 2020

“Aiuto sono incinta”: intanto la figlia 12enne rubava

Sfruttava la figlia dodicenne e una finta gravidanza per truffare persone anziane. Ma non è andata lontano, finendo nella rete dei carabinieri. 
L’episodio è avvenuto lo scorso 10 settembre e la vittima è una vedova ottantenne di Vigevano, che vive in via Gorizia. La ladra, 30 anni, sua concittadina, ha suonato il campanello dell’anziana fingendo di essere incinta e di essere un’amica della figlia della vittima. Poi ha simulato un malore dovuto al suo stato interessante e ha chiesto un bicchiere d’acqua. 
L’ottantenne si è fidata, forse anche per la presenza insieme alla donna anche della 12enne, e l’ha fatta entrare. Proprio la bambina, mentre sua madre distraeva la vedova, si è messa in tasca 75 euro in contanti e vari monili, del valore stimato di 15mila euro. Le due poi si sono dileguate. Dopo circa due settimane di indagini i carabinieri hanno individuato la 30enne di Vigevano, denunciandola per il reato di furto in abitazione in concorso, mediante raggiro. 
La figlia 12enne non è imputabile proprio per via della sua verdissima età.

Davide Maniaci © Riproduzione riservata