Martedì 19 Novembre 2019

Abbandoni in calo (per ora), Zampette Felici canta vittoria

Svolta in positivo, code scodinzolanti per i festeggiamenti. La Lomellina quest’anno sembra distinguersi in fatto di amore. I dati emersi dalle segnalazioni pervenute all’associazione Zampette Felici onlus in questa calda estate 2019 sono più che positivi: rarissimi i casi di cani e gatti abbandonati sui cigli delle strade in vista delle ferie estive. 

“Vero è – spiega la presidente dell’associazione Zampette Felici, Stefania Santinato – che chi abbandona in modo crudele un cane o un gatto per partire per le vacanze non fa annunci e non ha premura di chiedere l’aiuto di associazioni di supporto. Ma i nostri volontari hanno occhi ovunque e possiamo affermare con pressoché totale certezza che questa terribile pratica di abbandono stia cadendo in disuso, perlomeno nella nostra zona. Anzi, sono sempre di più i padroni che si preoccupano di trovare strutture di villeggiatura che possano accogliere anche i loro animali oppure che si rivolgano a servizi seri e a pagamento che tengano in pensione cani e gatti per il periodo di vacanza”.

Dal punto di vista degli abbandoni, quindi, la nostra zona sembra mostrare un barlume di speranza in un panorama italiano di generale crisi. “Un dato più allarmante e preoccupante – aggiunge Stefania Santinato – è rappresentato invece dalle famiglie con problemi economici che si sentono in dovere di lasciare il proprio animale domestico in situazioni di maggior agio. Seguendo tutte le pratiche e le misure necessarie affinché il proprio cane o gatto finisca in mani sicure, queste famiglie sono comunque costrette a rinunciare al proprio amico a quattro zampe perché in situazioni di disagio economico, indipendentemente dall’imminente arrivo della stagione estiva”.   

L’associazione Zampette Felici cerca di rendere più sicuro possibile questo cambio di vita di cani e gatti, instaurando un percorso di conoscenza con la nuova famiglia prima di procedere alle vere e proprie pratiche di adozione.  “Innanzitutto – continua la presidente dell’associazione onlus per animali – procediamo con una valutazione per capire il grado di compatibilità di potenziale famiglia adottiva e cane. Ciascuna delle due parti ha condizioni ed esigenze che devono essere rispettate e per questo cerchiamo di trovare la miglior possibilità possibile per entrambi. In seguito parte un pre-affido di un paio di mesi, dopo i quali si prosegue al passaggio di proprietà di cani e gatti se si riscontra un grado di complessivo agio e felicità. La nostra associazione tende a mantenere un rapporto con le famiglie anche dopo che le adozioni sono andate a buon fine: i tempi cambiano e anche situazioni che apparivano meravigliose possono peggiorare. Per questo esiste Zampette Felici, per assicurare il rispetto di persone, cani e gatti, in nome di un amore unico e meraviglioso”.

Michela Poni © Riproduzione riservata