Martedì 05 Luglio 2022

A Pietro Banfi il premio di Confagricoltura per l’energia da miscanto

L’innovazione agricola passa da Cilavegna. La menzione di merito nell’ambito del “Premio nazionale per l’innovazione in agricoltura” è stata ritirata da Pietro Banfi, rappresentante dell’azienda che porta il suo cognome, a Roma nei giorni scorsi. Con lui anche Lorenzo Avello e Davide Raveri, rispettivamente di Planeta Renewables e DR Energie Rinnovabili.

Il premio è stato bandito da Confagricoltura e Mipaaft. La menzione di merito è stata riconosciuta nella categoria “Reti, filiere e consorzi  d’impresa”. L’innovazione consente di gestire l’intero processo di approvvigionamento del combustibile rinnovabile, da coltivazioni di miscanto, in filiera corta, portando ad una importante ottimizzazione di costi economici e di sostenibilità ambientale, grazie anche alle caratteristiche tecniche innovative dell’impianto di produzione di energia termica. La società agricola Banfi all’interno della rete ha il compito di produrre il combustibile rinnovabile a cui ha dedicato una parte di terreni aziendali. 

Planeta Renewables, una start-up nata nell’incubatore ConLab dell’università Cattolica di Milano, promuove la coltivazione del miscanto tra gli agricoltori, dando l’opportunità ai produttori di diversificare il proprio reddito. Inoltre si occupa della commercializzazione di semilavorati e prodotti finiti derivati dal miscanto, come pellet agricolo ad uso energetico, cippato di miscanto con diversi utilizzi nel settore dell’allevamento e della protezione degli animali domestici.  DR Energie Rinnovabili ha sviluppato una caldaia in grado di utilizzare il cippato di miscanto come combustibile rinnovabile, rendendo estremamente economico l’investimento in questo tipo di generatori.

La rete nasce per creare un canale di approvvigionamento di combustibile robusto, controllato e a filiera corta, scalabile e riproducibile con cui proporsi sul mercato come gestore energetico, trasformando la richiesta di calore in servizio on demand.


Davide Maniaci © Riproduzione riservata