Sabato 14 Dicembre 2019

64enne urtata sulle strisce L’auto fugge: scatta la caccia all’uomo

Un dramma sfiorato per un soffio e ora è caccia all’uomo. Si stringe il cerchio delle indagini dei carabinieri sullo sconosciuto guidatore che lunedì attorno alla 19 ha urtato sulle strisce pedonali una pensionata di 64 anni, in via Mazzini, a poche decine di metri dalla stazione ferroviaria. La donna stava attraversando sulle strisce quando un’auto, di cui gli investigatori non vogliono ancora rivelare le caratteristiche, l’ha urtata, ferendola. 

Ma chi era alla guida è fuggito. Immediatamente i presenti hanno chiamato i numeri di soccorso e sul posto è arrivata un’ambulanza della Croce azzurra robbiese che, dopo aver prestato i primi soccorsi, ha portato la donna al Pronto soccorso dell’ospedale di Vigevano, dove la pensionata è ancora ricoverata, anche se le indiscrezioni parlano di lesioni non gravi. Gravissimo invece il comportamento del pirata della strada che è fuggito dopo l’urto. Sulle sua tracce si sono immediatamente messi i carabinieri che hanno inviato sul luogo dell’incidente una loro pattuglia. 

Gli uomini dell’Arma già avrebbero raccolto numerosi indizi che potrebbero portare in tempi brevi ad una identificazione del fantomatico guidatore senza scrupoli. La dinamica dell’incidente lascia poco spazio alle interpretazioni: un semplice attraversamento stradale, effettuato sulle strisce bianche destinate ai pedoni, dunque in piena regola, sarebbe diventato per la 64enne l’inizio di un vero calvario, prima con l’investimento e poi con le fasi dolorose del ricovero, anche se viene al momento escluso che vi sia un pericolo di vita. 

Pochi scrupoli invece per il pirata della strada che si è dileguato, certamente senza poter sostenere di non essersene accorto, dato che la via è illuminata e in pieno centro urbano. 

Lo sconosciuto ora rischia grosso per il reato di omissione di soccorso e non solo: sulla sua identità ci sarebbero le ore contate.


© Riproduzione riservata